Info&Sensi - L' Isola Che Non C'è

Vai ai contenuti

Menu principale:

Info&Sensi

ATTIVITA'

NON RINUNCIATE AI GRANDI PROGETTI,
GLI OSTACOLI CADRANNO!



Puoi effettuare una donazione senza commissioni tramite internet con addebito in conto corrente, con carta di credito o presso una delle oltre 4000 Agenzie UniCredit sparse sul territorio. L'Organizzazione Non Profit riceve il tuo contributo senza trattenere alcuna commissione

Informazione & Sensibilizzazione

Il senso di disagio che spesso avvertiamo quando ci troviamo a contatto, o solo nelle vicinanze, di una persona diversamente abile, è frutto della mancanza di conoscenza di una realtà diversa da quella nella quale siamo abituati a vivere ed agire; iò che non conosciamo ci intimorisce e ci rendi diffidenti, quindi cerchiamo di non affrontarlo, possibilmente di evitarlo.

Mettersi in relazione con la diversità costringe ogni persona a uscire da se stesso per confrontarsi con l'altro; accogliere l'altro, appunto, significa rinunciare ad una parte di sè per costruire un "noi", ed in questo confronto l'individuo non ne esce perdente, ma arricchito e pertanto l'incontro con l'altro permette di mettere in discussione i propri schemi e le proprie convinzioni, producendo esperienze che aiutino a superare la paura ed il pregiudizio.
Abbiamo quindi messo a punto un progetto, che per il primo anno (2008) è stato co-finanziato dalla Regione Lombardia e che è poi proseguito e prosegue tuttora autofinanziato, che prevede ogni anno incontri itineranti presso un minimo di cinque scuole interessate, disponibili e sensibili a trattare un delicato tema educativo.

Destinatari:  
Studenti delle  Istituzioni  scolastiche di ogni ordine e grado

Obiettivi Generali:  
Il progetto vuole promuovere atteggiamenti di apertura, disponibilità, accoglienza verso la persona in quanto tale, a prescindere dai suoi limiti fisici, intellettivi, di provenienza geografica, di cultura diversa e far conoscere esperienze di associazionismo nel territorio comasco.
Ciò che s’intende sensibilizzare  è la curiosità e  la consapevolezza circa la complessità della disabilità, e l’invito a scorgere potenzialità che si nascondono dietro  specifici deficit. In particolare della condizione del disabile si vuole sottolineare non solo i limiti, ma anche le possibilità di sviluppo, spesso inespresse per mancanza di informazione e di opportunità. Pertanto è utile  mostrare che ciò che al disabile sembra precluso nell’immaginario collettivo, in realtà non sempre lo è, o non lo è del tutto, molte attività si possono svolgere anche grazie all’utilizzo di semplici tecniche espressive e ausili teatrali che diventano strumento di inclusione e di comunicazione con l’altro.

Obiettivi Specifici:  
Vivere in prima persona una reale opportunità formativa, mediante giochi di ruolo sul tema della disabilità.
-Aumentare l’informazione, la sensibilità e il coinvolgimento di insegnanti e studenti sulla disabilità
-Favorire una cultura della disabilità in grado di far ricordare non solo i limiti, ma anche le potenzialità della persona con abilità differenti
-Cogliere dal proprio vissuto importanti sensazioni emotive
-Imparare a conoscere nuove forme di comunicazione
-Favorire la cooperazione e l’interazione

Metodologia e Contenuti:
In particolare i progetti consistono in un incontro tra gli studenti e i ragazzi dell’Isola, nel quale si condividono esperienze ispirate alla  sensibilità, all’ accoglienza e alla conoscenza delle persone diversamente abili; le attività sono state pensate per fasce d’età e bisogni differenti e vogliono porsi come strumenti complementari ai percorsi formativi ordinari.
Le proposte sono da intendersi orientative: ogni percorso può essere implementato o rivisto secondo le esigenze dei docenti e delle Istituzioni interessate.
L'intento è quello di far partecipare gli allievi a esperienze significative, attivare le dinamiche del gruppo, mettere in gioco le proprie emozioni ed i propri desideri e infine rielaborare assieme al formatore l'esperienza in modo consapevole e critico; pertanto il gruppo diviene una risorsa nella quale i diversi punti di vista arricchiscono l'esperienza collettiva, le diversità che contraddistinguono i componenti del gruppo, divengono così esperienza ed apprendimento.
Il percorso formativo, a carattere pratico, si articola in due incontri:
1)il primo  si svolge nelle singole classi e prevede un momento di  partecipazione attiva a  giochi di ruolo che prendono spunto da situazioni di  vita  di un disabile; una conversazione guidata sul tema  della disabilità e a una testimonianza dei ragazzi dell’Associazione.
2)il successivo incontro prevede la presentazione di uno spettacolo realizzato dalla compagnia teatrale dell’Associazione L’ISOLA CHE NON C’E’.
La conduzione dell’attività è affidata agli operatori specializzati dell’Associazione, che guideranno gli studenti all’acquisizione di scoperte e consapevolezze.

Risultati attesi:  
-Aprirsi alle difficoltà altrui
-Ridurre pregiudizi
-Avvicinarsi alle esperienze di volontariato

Materiale:  
Tutti gli strumenti e i materiali necessari sono messi a disposizione dall’Associazione

Spazio:   
Classe, eventualmente palestra e  aula magna per spettacolo finale

Formatori:
Regista, insegnante specializzata,  operatori dell’Associazione

Valutazione:  
-Strumenti di Autovalutazione con riscontro immediato rispetto alle sensazioni provate
-Strumenti di Etero-valutazione tramite scritti, cartelloni, riflessioni orali e brain-storming






 
 
 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu